• Christian Trentola

Stasera in Tv / American Gigolò

STASERA IN TV

American Gigolò

Paul Schrader

-1980-


Il film che ho scelto per questa prima settimana di agosto - per chi resta e non parte o per chi, come il sottoscritto è partito ed è pure tornato - è un affresco degli anni ’80 americani; un contenitore di tutti i temi, sociali e culturali, che verranno elaborati, sviluppati e in alcuni casi anche distorti da registi e scrittori lungo tutto il decennio.

C’è il desiderio quasi ossessivo di emergere economicamente e socialmente anche se ciò può voler dire non farsi troppi scrupoli, c’è una ricca classe borghese americana che è lo specchio fedele di una società costruita sull’apparenza ma che al tempo stesso è schiava delle sue frustrazioni e debolezze (Breat Easton Ellis nei suoi romanzi spingerà il concetto fino all’estremo) e c’è ovviamente il binomio, seppur scontato, di potere e corruzione.

La storia del film ha come sfondo una California assolata, in cui il nostro protagonista sembra muoversi a proprio agio tra le ville di Malibù, le auto di lusso e i costosissimi completi su misura a cui abbina, con gusto, camicie e cravatte dopo averle passate meticolosamente in rassegna. La sua “carriera” è in ascesa e nulla sembra poterlo scalfire, ma nel campo in cui lavora nulla è scontato e le cose possono cambiare e avere risvolti a volte drammatici. A questo punto credo abbiate capito che sto parlando di Julian Kay (Richard Gere) e del film American Gigolò.

Anche il cocktail da abbinare al film di stasera è un’icona assoluta degli anni ’80 e fa talmente parte della cultura americana da essere stato celebrato molte volte sia sul grande che sul piccolo schermo. Il Manhattan, è questo il cocktail, compare in “A qualcuno piace caldo”, dove Marylin Monroe e Jack Lemmon lo preparano miscelandolo direttamente nella bottiglia durante il loro festino in treno, o ne “Il colore dei soldi”, dove Paul Newman lo elegge a suo cocktail preferito. Ma compare anche nella serie TV “Will e Grace”, dove Karen ne beve litri e litri, e perfino in “The Simpsons”, in un memorabile episodio in cui Bart, ostaggio dei mafiosi locali, avrà salva la vita solo se riuscirà a preparare un Manhattan eccellente. E per finire, il Manhattan è anche il cocktail che Richard Gere ordina quando incontra per la prima volta Michelle, la moglie del potente senatore Stratton.




Ingredienti per 1 Manhattan

5cl Rye

2cl Vermouth rosso

2-3 gocce di angostura bitter











Method:

in un mixing glass colmo di ghiaccio, aggiungete uno dopo l’altro tutti gli ingredienti e mescolate per qualche secondo, poi versate in una coppetta da cocktail e guarnite con una ciliegina al maraschino e, se volete osare, anche un twist di arancia che, credetemi, vi ripagherà.

SUBSCRIBE VIA EMAIL