• Christian Trentola

I misteri del giardino di Compton House & Hanky Panky Cocktail

Il mistero dei giardini di Compton House mi ha dato l’opportunità di celebrare la figura di Ada Coleman, meglio conosciuta con il nomignolo di “Coley”, che agli inizi del ‘900 e per circa vent’anni fu a Capo dell’American Bar del Savoy Hotel, contribuendo con i suoi mix e le sue creazioni a farne uno dei templi moderni del bere miscelato.

E proprio a una di queste sue creazioni è legata la sua fama: l’Hanky Panky, molto apprezzato dall’esclusiva clientela dell’albergo e la cui fama varcò presto i confini dell’Impero. E’ un cocktail a base di gin, tipico distillato inglese, vermouth rosso italiano e due gocce di un ingrediente tenuto inizialmente segreto, che si scoprirà in seguito essere Fernet Branca.

Particolarmente suggestiva è la storia legata al nome e che la Coleman raccontò in un’intervista. A quei tempi il celebre attore e regista Charles Hawtrey dopo ogni rappresentazione era solito avvicinarla, chiedendole di bere qualcosa in grado di scuoterlo dalla stanchezza, qualcosa che lasciasse in lui un segno, ma ogni volta andandosene, si dichiarava non del tutto soddisfatto. Una sera, all’ ennesimo tentativo, la Coleman lo vide alzarsi e pronunciare in tono solenne che quello che aveva appena bevuto era un’autentica stregoneria, un colpo basso, insomma un Hanky Panky…e naturalmente che ne voleva subito un altro. Ma l’espressione che da il nome al cocktail può voler dire anche inganno, macchinazione subdola, tradimento, imbroglio e persino flirt amoroso dai contorni oscuri, che mi sembrano tutte definizioni in linea con la trama e lo spirito del film.



Ingredienti

4cl dry gin

4cl vermouth rosso

1 dash Fernet Branca


Metodo

In un mixing glass con ghiaccio, versate uno dopo l’altro tutti gli ingredienti e mescolate per alcuni secondi per raffreddare il cocktail. Servite nella coppetta, con un ricciolo di arancia come guarnizione.




SUBSCRIBE VIA EMAIL